mercoledý 30 settembre 2020 - Home - Tortorella Contatti | Pubblicità | English 
Benvenuti nel portale turistico del Cilento, Salerno, Campania, Italy
Ricerca strutture

Cosa stai cercando ?

In quale paese ?
Tortorella

Tortorella

Come si raggiunge:

In treno: Linea Salerno-Reggio Calabria fermata SS.FF Lagonegro. Proseguire con autobus.
In auto: Autostrada con uscita sulla A3 Salerno/Reggio Calabria, uscita casello Lagonegro nord, con proseguimento sulla SS585 e poi SS19.

Turismo a Tortorella

Breve storia di Tortorella
TortorellaTortorella, pittoresco borgo dell'entroterra del Golfo di Policastro, è situato su una ripida altura che domina la profonda forra del torrente Bussentino, a 580 metri di quota.

Il paese ebbe origine poco prima dell'anno mille ad opera di genti scampate alle scorrerie dei pirati saraceni. Dell'epoca rimangono preziose testimonianze architettoniche tipicamente medioevali. Fra queste la Chiesa Madre della Collegiata, risalente all'XI sec. e munita di un pregevole portale cinquecentesco; e porzioni delle mura di cinta in cui si apre la porta sudorientale.
Le mura furono edificate dapprima dai normanni nel XII sec. e poi rinforzate dagli angioini durante la guerra del Vespro (1282-1302) contro gli aragonesi.

Nel XIV sec. Tortorella diventò uno dei tanti possedimenti dei Conti Sanseverino. In questo periodo il paese acquistò notevole importanza, tanto da comprendere nel proprio feudo i vicini abitanti di Casaletto Spartano e Battaglia. Fino al XVII-XVIII sec. il paese fu sede di una società raffinata, come documentano i bei palazzi dell'epoca, fra cui spiccava il palazzo Baronale Marchesale dei Conti Carafa, ormai diruto. Allo stesso periodo risalgono le numerose chiese presenti sul territorio, fra cui la Chiesa di San Vito, posta appena fuori dall'abitato ed il cui ampio piazzale è un caratteristico luogo d'incontro per la comunità.

Nel XVIII sec. il borgo era caratterizzato da un'intensa attività lavorativa. Particolarmente diffuso era l'artigianato, in particolare la lavorazione del ferro, i cui segreti si sono tramandati di generazione in generazione fino ai nostri giorni. Era molto praticata anche la lavorazione dei cereali, come attestano gli imponenti ruderi di mulini, ormai ricoperti da fitta vegetazione, che un tempo sfruttavano le impetuose acque del Torrente Bussentino.

TortorellaDai suoi 600 mt di altezza domina le valli e le gole circostanti. Il toponimo di origine animale evidenza il legame indissolubile tra la natura e l’uomo. Si possono, infatti, ammirare in questi luoghi, splendidi esemplari di tortore, ghiandaie e passeri solitari di leopardiana memoria, oltre alle coturnici appenniniche ed ai maestosi corvi imperiali.

Risalendo a Tortorella attraverso i suoi terrazzi panoramici, si osserva la profonda gola incisa dal rio Bussentino tra due scoscese pareti calcaree con lo sfondo del Monte Zepparra, dove nidifica l’astore, il gheppio ed il nibbio.

Da vedere

Da vedere la chiesa di Santa Maria Assunta, che conserva la cappellina settecentesca con le reliquie di San Felice Martire, e la cappella di Santa Maria dei Martiri, con la statua della Vergine del Melograno, scultura “murata”, ossia accolta in un vano absidato con affreschi coevi, raffiguranti il Cristo Pantokrator, assiso sulla mandorla retta da due angeli ed una teoria di Santi.

Eventi e feste tipiche

25 maggio - Sant'Urbano
14 e 15 giugno - San Vito
Ultima domenica di luglio - Madonna del Carmelo
Quarta domenica di ottobre - San Felice

 


Newsletter
Iscriviti a Cilentonelmondo e riceverai via e-mail gli aggiornamenti su news ed eventi del Cilento...

Tua e-mail:


Camping Internazionale Saline - Palinuro
 
 
 



 
 
 
 Paesi > | Palinuro | Camerota | Sapri | Policastro | Pisciotta | Vallo della Lucania | Altri paesi |
 Turismo > | Case vacanza | Hotel | Agriturismo | Villaggi/Camping | Ristoranti/Pizzerie | Discobar |
 Cilentonelmondo > | Chi siamo | Contattaci | Pubblicità | Realizzazione siti web |