giovedý 14 dicembre 2017 - Home - Policastro Contatti | Pubblicità | English 
Benvenuti nel portale turistico del Cilento, Salerno, Campania, Italy
Ricerca strutture

Cosa stai cercando ?

In quale paese ?
Golfo di Policastro > Alba sul golfo
Policastro Bussentino - Golfo di Policastro

Come si raggiunge:

In treno: Linea Salerno-Reggio Calabria fermata SS.FF. Policastro Bussentino.
In auto: Autostrada con uscita sulla A3 Salerno/Reggio Calabria, uscita casello Buonabitacolo/Padula con proseguimento sulla SS.17 per Santa Marina
Via Mare
: raggiungere il porto di IV classe e Turistico di Policastro equipaggiato ed attrezzato
Turismo a Policastro

Policastro
Il mare del golfo di Policastro spunta all'orizzonte quando meno te lo aspetti. All'improvviso, dopo l'inebriante immersione naturale che accoglie i visitatori diretti sulle sue spiagge. Lo vedi all'orizzonte quando ormai sei quasi convinto di essere fuori strada.
Le mille sfumature cromatiche di lentische, eriche e macchia mediterranea, ulivi, alberi secolari e vigneti, che Policastro > Cattedralespruzzano il paesaggio collinare circostante inebriano la vista lungo le arterie stradali che scivolano a valle dai caselli di Padula - Buonabitacolo e di Lagonegro sull'autostrada del Sole, la A3 Salerno - Reggio Calabria. Piacevole sensazione da paradiso terrestre, tanto più quando la distesa azzurra ti convince che no, non hai sbagliato strada, che rimane solo un piccolo assaggio di ciò che il comprensorio custodisce gelosamente nei suoi scrigni. Tesori millenari così come la sua storia, perle naturali di selvaggia bellezza, acque cristalline, capolavori architettonici impegnati a sfidare il lento scorrere del tempo, piccoli gioielli artigianali forgiati come per incanto da mani stanche ma non meno abili.

Distese sabbiose, piccole cale seminascoste tra anfratti e pareti a strapiombo che lo sciabordio delle acque carezza e modella, sono solo una minuscola parte di ciò che il comprensorio offre ai suoi ospiti.
Poco oltre il regno di sdraio ed ombrelloni e della tintarella da esibire con malcelato orgoglio al rientro dalle vacanze, la full immersion nella natura può considerarsi senza soluzioni di continuità all'ombra del monte Cervati e del monte Bulgheria che ne delimitano i contorni. Dalle pendici del Cervati le acque del Bussento cominciano il loro cammino verso il mare. A tratti placide e sornione tra le campagne circostanti, a tratti rapide e tumultuose, strette come sono tra strapiombi inaccessibili, immergendosi nelle viscere della terra per riemergerne qualche chilometro più a valle in prossimità di Morigerati dove l'Oasi naturalistica del Wwf comprende le grotte e un'ampia fetta del bacino fluviale, habitat naturale delle lontre.

Da Sapri -il centro capofila del comprensorio e principale scalo ferroviario per quanti vogliono raggiungere il Golfo di Policastro in treno- a Policastro, Scario, Roccagloriosa e Caselle in Pittari, i segni delle antiche vestigia scoperte e riportate alla luce nel corso di varie campagne di scavi, hanno aperto la strada ad un ideale percorso storico archeologico: dai resti di un'imponente villa romana in località "Santa Croce" a Sapri alle ciclopiche mura di cinta e le testimonianze dello splendore dell'Impero romano a Policastro, dagli antichi insediamenti lucani lungo il crinale dei Capitenali a Roccagloriosa e di "Laurelli" a Caselle in Pittari, all'eccezionale ritrovamento di una mandibola di bambino risalente ad alcuni milioni di anni fà nella grotta della "Molara" a Scario.
E un pò dovunque i complessi labirinti lastricati in pietra dei centri storici, rievocanti scenari medioevali e precipitose fughe dalle scorribande sarecene lungo le coste al grido di "Mamma li turchi". Notevole anche il patrimonio di edifici religiosi in tutta l'area, molti dei quali meritano una visita per le bellezze che è possibile ammirare al loro interno. Tra di esse la Cattedrale dell'Assunta a Policastro con annessa la sede vescovile dell'ex Diocesi di Policastro, da tempo accorpata a quella di Teggiano.
Il luogo di culto, dichiarato monumento storico dal 1927, è stato completamente restaurato qualche anno fà ed è inserito nell'ottavo itinerario giubilare della Campania (Salerno, Paestum, Capaccio, Vallo della Lucania, Teggiano, Padula e Policastro).
A Sapri è legato anche il tentativo di sollevare le popolazioni locali dal giogo del Regno delle Due Sicilie di Carlo Pisacane e i suoi "trecento". L'impresa del "capitano dagli occhi azzurri e i riccioli d'oro" finì nel sangue tra Sapri, Padula e Sanza, ed oggi la cittadina celebra ogni anno una rievocazione


Eventi e feste tipiche

2/3/4 agosto - festa SS.Patrono S.Domenico Marina di Camerota spettacoli pirotecnici a mare
seconda domenica di Luglio - festa S.Patrono S.Vincenzo Ferreri
4 aprile - Camerota fiera di S.Vincenzo
10 luglio - Licusati fiera annuale
2/3/4 settembre - Lentiscosa Festa SS.Patrona S.Rosalia con spettacoli pirotecnici.
17/18 maggio - festa SS.Annunziata Licusati
mercato quindicinale Marina di Camerota area porto
mercatino prodotti tipici ogni mercoledì dal 1 giugno al 30 settembre piazza s.vito Camerota
trattenimenti serali vari periodo estivo frazione Marina



Testi storici a cura del Prof. Giovanni CAMMARANO (Palinuro)

 


Newsletter
Iscriviti a Cilentonelmondo e riceverai via e-mail gli aggiornamenti su news ed eventi del Cilento...

Tua e-mail:


Camping Internazionale Saline - Palinuro
 
 
 



 
 
 
 Paesi > | Palinuro | Camerota | Sapri | Policastro | Pisciotta | Vallo della Lucania | Altri paesi |
 Turismo > | Case vacanza | Hotel | Agriturismo | Villaggi/Camping | Ristoranti/Pizzerie | Discobar |
 Cilentonelmondo > | Chi siamo | Contattaci | Pubblicità | Realizzazione siti web |