mercoledý 30 settembre 2020 - Home - Perito Contatti | Pubblicità | English 
Benvenuti nel portale turistico del Cilento, Salerno, Campania, Italy
Ricerca strutture

Cosa stai cercando ?

In quale paese ?
Perito > Veduta
Perito

Come si raggiunge:

In treno: Le stazioni ferroviarie più vicine sono: Ascea (30 km) o Vallo della Lucania (23 km).
In auto: Percorrere l'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, uscita Battipaglia; proseguire lungo la SS18 in direzione Perito.
In aereo: l'aeroporto più vicino è quello di Napoli Capodichino.
Turismo a Perito

Storia di Perito

Veduta di Perito (SA)Perito è un comune della provincia di Salerno, ed è un piccolo centro dell'entroterra compreso nel territorio del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, appartenente alla Comunità montana Gelbison e Cervati.
Situato sul crinale di una collina circa 480 metri sul livello del mare, vi si può accedere dallo svicolo della variante alla SS.18 e dalla strada Provinciale n°56.

Il paese domina verso sud-ovest la vallata del fiume Alento, ricadente in gran parte nel proprio territorio comunale, oggi Sito di Interesse Comunitario, verso nord il grande bacino dell’Alento, verso sud est il fiume "Selva dei Santi". Presenta una frazione, Ostigliano, ed un borgo ai margini su, Isca dell’Abate, inserito integralmente nella vallata fluviale dell’Alento.

Si suppone che Perito nasca da “Prusuttano”, un villaggio situato un po’ più giù all’attuale paese dalla cui distruzione nasca poi Perito. Antecedente a Prusuttano è “Napoli Piccola” villaggio situato tra Perito e Orria.

I primi a popolare questi villaggi furono dei banditi. Questo rifugio era fondato al centro di un semicerchio di colline che man mano allontanandosi dal centro andava degradando in altezza, in modo da offrire un‟ampia visuale a chi vi si rifugiasse. Inoltre da un lato veniva protetto dal fiume Alento e dall‟altro dalle paludi Veline.
Pian piano questo paese si spopolò perchè si offriva un rifugio sicuro, ma con scarse probabilità di sopravvivenza per l‟asperità del sito; quindi i suoi abitanti si spostarono verso Presuttano che già doveva esistere anche se solo sottoforma di alcune capanne di pastori, ma non tutti contribuirono a formare un solo agglomerato, vi fu chi si fermò prima, sulla collina che sovrastava il piccolo villaggio. Fu eretta una torre sul promontorio più alto che sovrastava le borgate, la quale più tardi fu rimodernata.

Arco e vicoli del borgo di Perito, nel CilentoIl toponimo Perito, (probabilmente Pereto), è riscontrabile ancora nell‟apprezzo del Catasto Onciario (I752) con la dizione di Perito Sottano (collocato in basso), cosa che nella recente storiografia, come le tavolette 1:25.000 dell‟I.G.M. (Istituto Geografico Militare di Firenze) del 1955, per la poca conoscenza del territorio da parte dei compilatori che si servono probabilmente di vecchie cartine comunali, la "P." abbreviata del Comune seguita dalla "r" minuscola e dall‟aggettivo sottano (Pr. Sottano) è stato trasformato in "Presuttano". In realtà Perito sottano indica l‟antico sito distrutto nel periodo angioino durante la guerra del Vespro probabilmente da un condottiero aragonese (il re Formica di cui la leggenda è rimasta nella tradizione orale popolare ). Sottano per distinguerlo dalla parte alta ossia Perito soprano, costruito in seguito in luogo elevato e più difendibile dai superstiti. Va osservato che e' impossibile risalire all'indietro in questa datazione per avere elementi certi dell'origine del Centro, in quanto non vi sono riferimenti sia nel Codice diplomatico cavense che nei cultori di studi storici e di agiografia in questo modo anche la leggenda sulla presenza di cenobi benedettini da cui il toponimo S. Benedetto, non è verificabile, in quanto non si può accertare, se questo derivi appunto da un convento benedettino, oppure da singole unità di benedettini che qui non hanno dimora stabile.



Eventi e feste tipiche


FESTA NEL BOSCO

Preparazione della pasta fatta a mano per la festa nel bosco di PeritoLa festa nel bosco è una manifestazione culinaria che si svolge dal 6 al 13 agosto nel bosco di Perito.
Questa tradizione molto amata non solo dai turisti ma dagli stessi peritesi, permette di conoscere e gustare alcuni dei piatti tipici della cucina cilentana composti da prodotti a km 0 che sempre più raramente compaiono sulle nostre tavole nelle frettolose cene che scandiscono la vita di ogni giorno.

Nell'affascinante atmosfera del castagneto, che dà il nome alla festa, da svarianti anni la Pro Loco di Perito propone gli antichi sapori caratteristici del luogo come la “Minestra stretta” un insieme di verdure sfritte in padella con patate, la “ciaula” cioè la classica ciambotta, i cavatielli al ragù di castrato rigorosamente fatti a mano dalle signore del paese e altro ancora. Il contesto paesaggistico rende l'atmosfera ancora più suggestiva, incantando il visitatore con profumi e sapori, immersi nei colori dell'estate e all'ombra del bosco.

Nel corso di questi anni, la pazienza e l’impegno della Pro-loco e dei suoi soci, hanno ritagliato piccoli sentieri, spiazzetti in cui lunghi tavoli di legno riescono ad offrire un posto in cui il lavoro dell’uomo ha soltanto arricchito la natura senza stravolgerla. Le ragazze in costume tradizionale, i giovani che con garbo servono ai tavoli contribuiscono a creare un’atmosfera morbida e piacevole. Quando ci si allontana, soddisfatti e rilassati, un’ulteriore sorpresa attende i visitatori lungo un viottolo in salita che porta verso l’uscita, un banco di dolci fatti in casa fa venire l’acquolina in bocca anche ai più restii.

PERITOLIVE

La manifestazione si caratterizza come vera e propria degustazione dei prodotti tipici legati al territorio, ha la leggerezza della festa e una spiccata vocazione turistica di tipo enogastronomico.
L’iniziativa coinvolge i privati cittadini, volontari, associazioni e le attività economiche locali.

La manifestazione è promossa dall’Associazione PROLOCO di PERITO e si svolge lungo le vie del Centro Storico del comune Cilentano, ogni stand lungo il percorso offre pietanze composte da prodotti a km 0 incentrati sulle olive e sull’olio d’oliva cilentano. E’ inoltre possibile trovare ad ogni stand un buon vino locale e acqua e dei graziosi piccoli falò dove è possibile riscaldarsi degustando gli ottimi piatti offerti.

La prima manifestazione di PeritOlive è stata realizzata nel 2011.
Con PeritOlive si vuole offrire ai cittadini, ai visitatori, ai consumatori, ai turisti l’opportunità di scoprire e trovare prodotti agricoli locali autoctoni, sani, freschi, buoni, a prezzi contenuti e agli agricoltori locali l’opportunità di farli conoscere e apprezzare.

Prima domenica di Agosto e 6/12 - San Nicola
6-13 Agosto - Festa nel Bosco
15 Agosto - Madonna Assunta
Dicembre - PeritOlive

Ospitalità

Alberghetto

Tel. 0974 998003

Ospitalità diffusa
Cell. 366 606298


Per qualsiasi informazione sugli eventi è possibile contattare:

Pro Loco Perito

Cell. 348.862.5800
Tel. 0974.998003
E-mail: peritoproloco@gmail.com
facebook: Proloco Perito

sito web: www.prolocoperito.it



Newsletter
Iscriviti a Cilentonelmondo e riceverai via e-mail gli aggiornamenti su news ed eventi del Cilento...

Tua e-mail:


Camping Internazionale Saline - Palinuro
 
 
 



 
 
 
 Paesi > | Palinuro | Camerota | Sapri | Policastro | Pisciotta | Vallo della Lucania | Altri paesi |
 Turismo > | Case vacanza | Hotel | Agriturismo | Villaggi/Camping | Ristoranti/Pizzerie | Discobar |
 Cilentonelmondo > | Chi siamo | Contattaci | Pubblicità | Realizzazione siti web |