mercoledý 30 settembre 2020 -  Home - Cuccaro Vetere Contatti | Pubblicità | English 
Benvenuti nel portale turistico del Cilento, Salerno, Campania, Italy
Ricerca strutture

Cosa stai cercando ?

In quale paese ?
Palinuro > Arco naturale
Cuccaro Vetere

Come si raggiunge:

In treno: Linea Salerno-Reggio Calabria fermata SS.FF. Pisciotta-Palinuro.
In auto: Autostrada con uscita sulla A3 Salerno/Reggio Calabria, uscita casello Battipaglia con proseguimento sulla SS.18 per Agropoli prima e sulla variante SS.18,poi, arrivati a Futani statale 447 direzione Palinuro.
Via Mare: raggiungere il porto di IV classe e Turistico di Marina di Camerota equipaggiato ed attrezzato
Turismo a Cuccaro Vetere

Breve storia di Cuccaro Vetere
Cuccaro Vetere > Veduta del paeseCuccaro Vetere fa parte dell'itinerario, della Comunità Montana Lambro e Mingardo, "Tra laure e cenobi" la strada dei monaci basiliani.
Cuccaro vetere fu uno dei presidi difensivi della chora velina, il territorio di influenza della famosa città fondata dai grecinel corso del VI secolo a.C.
Oggi cuccaro Vetere è un borgo rurale che ha assunto l'aspetto di museo itinerante della civiltà contadina ed offre al visitatore la possibilità di rinnovare esperienze dei secoli passati e vivere i momenti della vita quotidiana di un popolo che ha saputo conservarsi in armonia con la natura.

TELECilento - I video più belli di Palinuro

Breve storia

Le origini si perdono nella notte dei tempi mescolandosi alla leggenda. Il suo nome deriva dal greco “Kyclos” e significa “recinto fortificato”, ed è dovuto alla posizione geografica che domina la vasta zona circostante. Tale posizione ne fece prima un rifugio e poi un caposaldo difensivo di Velia. E’ stata una delle quattro terre normanne che costituivano la baronia di Novi, poi feudo autonomo e capoluogo dello stato omonimo che, oltre Cuccaro, con il casale di Laureto fino al 1404, comprendeva Abatemarco, Castinatelli, Eremiti, Butani, Massicelle, Montano S. Mauro la Burca e S. Nazario.
  Sulla topografia del territorio di Cuccaro non abbiamo molte notizie, tranne quelle trasmesse da uno storico del luogo “Antonini” che ci presenta quel territorio ricco di castagni, querce e ulivi. L’Antonini, inoltre, pone Cuccaro, “in bella prospettiva da Oriente ad occidente tutto murato; e da tramontana tiene da passo in passo delle torri altissime, parte delle quali sono ancor oggi in piedi…”.   Si trovava sulla cima del paese un castello di cui oggi non è rimasta traccia, in cui ai tempi di re Guglielmo, vi fu imprigionato il conte Giovanni di Sinopoli, uno dei protagonisti della congiura contro l’arcivescovo di Palermo, cancelliere del re.   Nell’edificio, secondo gli storici, vi era una stanza chiamata, appunto “la stanza del conte”. Che il castello e le mura di Cuccaro fossero state costruite prima del 1189 è certo, altrimenti sarebbero state abbattute secondo la disposizione emanata da Federico II che elevò quel territorio da suffeudo a feudo. Nella metà del XV secolo divenne proprietà di Barnaba Sanseverino, Conte di Capaccio, pochi decenni più tardi passò nelle mani di Berengario Carafa. Nel 1558 il feudo divenne proprietà della famiglia Pignatelli di Monteleone e, nel 1641, fu venduto a Cesare Zattera. Infine, dal 1696, passò ai principi Pappacoda a cui rimase fino al 1806, anno in cui fu abolita la feudalità.


Da vedere

Tra le emergenze architettoniche di Cuccaro Vetere vanno ancora segnalati palazzi aristocratici e borghesi che si succedono lungo le strade principali di via Salita Castello, via Fausto Laviano, via Ancelle di S. Teresa e via Convento, nonché la piazza Umberto I.

Degno di nota è anche il castello.
Attualmente restano pochi ruderi del maestoso edificio fortificato. Sono visibili principalmente le fondazioni sul poggio che sovrasta il centro storico. Cinta muraria medioevale - A testimonianza dell'esistenza di una città fortificata restano pochi ruderi delle torri, posizionate all'esterno del centro storico.


Eventi e feste tipiche


Feste
- S. Pietro, 29 giugno
- S. Teresa, ultima domenica di settembre
o prima domenica di ottobre

Fiere
- di S. Teresa, 20 febbraio
- del Legno Santo, Venerdì Santo
- di S. Rosa, 29 agosto
- di Natale, 20 dicembre

Sagre
- "Agriturist", metà agosto, presenta i prodotti tipici cilentani in un contesto di grande manifestazione cuturale. All'interno della manifestazione il "Palio del Ciuccio" e sfilata storica in costumi d'epoca.


Testi tratti dal sito ufficiale del Comune di Cuccaro Vetere - www.comune.cuccarovetere.sa.it

 


Newsletter
Iscriviti a Cilentonelmondo e riceverai via e-mail gli aggiornamenti su news ed eventi del Cilento...

Tua e-mail:


Camping Internazionale Saline - Palinuro
 
 
 



 
 
 
 Paesi > | Palinuro | Camerota | Sapri | Policastro | Pisciotta | Vallo della Lucania | Altri paesi |
 Turismo > | Case vacanza | Hotel | Agriturismo | Villaggi/Camping | Ristoranti/Pizzerie | Discobar |
 Cilentonelmondo > | Chi siamo | Contattaci | Pubblicità | Realizzazione siti web |