luned́ 22 ottobre 2018 - Home - Caprioli Contatti | Pubblicità | English 
Benvenuti nel portale turistico del Cilento, Salerno, Campania, Italy
Ricerca strutture

Cosa stai cercando ?

In quale paese ?
Caprioli > Veduta del paese
Caprioli

Come si raggiunge:

In treno: Linea Salerno-Reggio Calabria fermata SS.FF. Pisciotta-Palinuro.
In auto: Autostrada con uscita sulla A3 Salerno/Reggio Calabria, uscita casello Battipaglia con proseguimento sulla SS.18 per Agropoli prima e sulla variante SS.18,poi, arrivati a Futani statale 447 direzione Palinuro.
Via Mare: raggiungere il porto di IV classe e Turistico di Marina di Camerota equipaggiato ed attrezzato
Turismo a Caprioli

Caprioli
Le origini del paese sono legate a Palinuro, mitico personaggio dell’Eneide, il libro dello scrittore latino Virgilio che narra le gesta di Enea. Palinuro, nocchiero di Enea, era partito dalla costa libica con tutta l’armata e durante il viaggio si addormentò, e cadde in mare. Dopo aver nuotato tre giorni, all’alba del quarto raggiunse la nostra spiaggia dove venne ucciso e mangiato dal popolo indigeno, i Lucani. Questi furono perseguitati da una maledizione: la peste uccise gran parte della popolazione. Per liberarsi dalla vendetta dei Mani protettori di Palinuro, gli abitanti del posto consultarono l’oracolo che consigliò loro di erigere un altare dove sacrificare un capro.
Da questo sacrificio deriva il primitivo nome del luogo: Torre del Capro che poi si mutò in Caprioli.

Caprioli > Santa protettrice Caterina d'AlessandriaIl nome Torre del Capro si legge nella cartina del 1850 della Provincia di Principato Citeriore del “Regno delle due Sicilie”. In tale epoca questo posto non è ancora un paese ma un cono d’ombra che non appartiene ad alcun comune. La leggenda vuole che in onore di Palinuro fu costruito un Cenotafio (tomba vuota) di cui si conservano pochissimi resti. Nei libri che trattano la storia del cenotafio, la tomba di Palinuro ci viene descritta di forma quadrata, formata da piccole pietre; solo negli angoli vi erano pietre più grandi. Alcune erano state passate sul fuoco e per questo avevano assunto un colore rosso. Il cenotafio doveva essere largo circa 32 palmi e alto 24 di cui 16 al di sopra del livello del terreno e 8 al di sotto. Vi erano due porte una a sud e una a nord; tra esse un piccolo portico. Per questo si pensa che inizialmente vi fossero due torri di cui una cadde e l’altra rimase a lungo intatta con parte del portico.

La fabbricazione degli “irmici” (embrici) è stata un’attività artigianale che nel passato ha dato lavoro a molti capriolani. In paese vi erano due fornaci (forni per tegole e mattoni) una in località Gabella e l’altra in località Fornace. La seconda era la più importante ed è stata attiva dalla metà del 1800 fino al 1953. I primi “magazzeni” cominciarono ad essere costruiti a Caprioli, e generalmente nel Cilento, per la pesca del tonno. Anche l’Antonini (storico del 1700) ricorda le “tonnare” dei palinuresi e dei pisciottani. La pesca dei tonni impegnava un numero notevole di barche che dovevano essere pronte ad intervenire al passaggio dei tonni, da ciò nasceva l’esigenza di costruire “magazzeni”, ovvero ricoveri per le barche nelle immediate vicinanze del mare.
Abbandonata la pesca dei tonni, i magazzeni furono utilizzati per altri scopi, ed oggi molti di essi ospitano ristoranti e pizzerie. Nel dopoguerra, il signor Agostino di Lorenzo fece costruire un magazzeno in località Fornace, non per la pesca dei tonni, ma per la pesca delle alici di menaica di cui era grande estimatore e accanito pescatore. La famiglia Di Lorenzo ha conservato intatto questo edificio dove ogni aspetto, ogni particolare, è legato alle esigenze di manutenzione di una barca. IL MULINO

L’antico mulino fu costruito più di 100 anni fa (1888). Lì per molti anni le famiglie di Caprioli andavano a macinare il grano, il granturco e le fave. Il mulino funzionava con la forza del vento che faceva girare una grossa ruota con 18 pale poste su una torretta di pietra alta 8 metri. Successivamente il mulino fu trasformato in frantoio.

Il castello Pagano fu progettato e costruito, agli inizi del 1800, in contrada Villa Verde, dall’ingegnere architetto Michelangelo Pagano che si era laureato presso l’università Federico II ed aveva lavorato per qualche tempo presso il genio civile dei Borboni. Dal castello l’ingegnere controllava il lavoro dei coloni che si svolgeva nella vasta proprietà sottostante. Davanti al maniero vi era un giardino ricco di piante da frutto di ogni tipo, un rigoglioso vigneto e piante esotiche.

Carlo Sacchi, proprietario dell'albero di ulivo secolare di 100 anniPalazzo Sacchi è situato nella zona più alta di Caprioli, in contrada Santa Caterina. L’edificio risale al 1700 anche se ha subito modifiche ed ampliamenti nel corso dell’ottocento. Il palazzo era la residenza estiva dei Sacchi. Alcune stanze erano riservate ai coloni che coltivavano i vasti terreni dei proprietari; grandi e fresche cantine ospitavano i raccolti.

Lo storico Giuseppe Antonini del 1700 riferisce che a Caprioli, in contrada Pantana a circa un miglio e mezzo dal mare, vi era un monastero di Benedettini, con la chiesa di Santa Caterina protettrice della testa, risalente al 1033. Di questo monastero però non si hanno altre notizie, né reperti di altro tipo.
Di certo si sa che Caprioli divenne parrocchia nel 1830 per volere di Monsignor Barone e che il suo primo parroco fu Don Filippo Merola di Centola.


Eventi e feste tipiche

2/3/4 agosto - festa SS.Patrono S.Domenico Marina di Camerota spettacoli pirotecnici a mare
seconda domenica di Luglio - festa S.Patrono S.Vincenzo Ferreri
4 aprile - Camerota fiera di S.Vincenzo
10 luglio - Licusati fiera annuale
2/3/4 settembre - Lentiscosa Festa SS.Patrona S.Rosalia con spettacoli pirotecnici.
17/18 maggio - festa SS.Annunziata Licusati
mercato quindicinale Marina di Camerota area porto
mercatino prodotti tipici ogni mercoledì dal 1 giugno al 30 settembre piazza s.vito Camerota
trattenimenti serali vari periodo estivo frazione Marina

 


Newsletter
Iscriviti a Cilentonelmondo e riceverai via e-mail gli aggiornamenti su news ed eventi del Cilento...

Tua e-mail:


Camping Internazionale Saline - Palinuro
 
 
 



 
 
 
 Paesi > | Palinuro | Camerota | Sapri | Policastro | Pisciotta | Vallo della Lucania | Altri paesi |
 Turismo > | Case vacanza | Hotel | Agriturismo | Villaggi/Camping | Ristoranti/Pizzerie | Discobar |
 Cilentonelmondo > | Chi siamo | Contattaci | Pubblicità | Realizzazione siti web |