marted́ 29 settembre 2020 - Home - Capaccio - Paestum Contatti | Pubblicità | English 
Benvenuti nel portale turistico del Cilento, Salerno, Campania, Italy
Ricerca strutture

Cosa stai cercando ?

In quale paese ?
Capaccio > Veduta
Capaccio - Paestum

Come si raggiunge:

In treno: si può utilizzare la linea Napoli-Salerno-Reggio Calabria che serve tutta la zona costiera della provincia di Salerno e quindi del Cilento. La stazione di fermata è quella di Capaccio-Roccadaspide.
In auto: Autostrada Roma - Caserta (A3) o Autostrada Napoli - Salerno (A3), Tangenziale di Salerno ingresso Fratte, uscita Zona Industriale, strada provinciale da Fuorni per Giffoni Valle Piana.
In aereo : l'aeroporto più vicino è quello di Napoli Capodichino.
Turismo a Capaccio - Paestum

Breve storia di Capaccio - Paestum
PaestumCapaccio è uno dei comuni più importanti della provincia di Salerno, per estensione, risorse agricole, turismo, attività commerciali. La sua particolare posizione geografica, le permette di dominare la piana dei templi di Paestum, offrendo un'ottima vista panoramica di tutto il golfo di Salerno (anche definito anticamente Posidoniate o Sinus Paestanus).
Nella zona denominata Capaccio Vecchia alcuni secoli fa venne costituito il centro abitato; qui è possibile trovare ancora alcuni resti delle civiltà antiche. Secondo alcune ipotesi la nascita di questo insediamento è dovuta alla migrazione degli abitanti della piana del Sele che si ritirarono sul monte Calpazio per proteggersi dalle invasioni saracene, e dalla malaria (880 DC).
Altre ipotesi invece documentano l'esistenza di un insediamento già nel 794 DC, in quanto il luogo allora conosciuto come Capaque, era citato in alcuni documenti ufficiali dell'epoca.
Le ipotesi più attendibili invece attestano l'emigrazione degli abitanti di Paestum,in cerca di un luogo più sicuro e che offrisse loro una vita migliore. I Pestani quindi si stabilirono in un sito già esistente, ma di poca importanza fino ad allora. Anche se di superfice nettamente minore a quella di Paestum, questo luogo offriva un buon riparo dalle invasioni saracene, in quanto, situato sul monte Calpazio, e non visibile dalla pianura. La città venne fortificata con delle mura, concentrate sopprattutto a sud-ovest della città, e in parte ancora conservate. Torri e mura erano installate anche a nord e ad est ma di minore importanza in quanto la posizione geografica non permetteva un facile accesso alla città. Il problema dell'acqua venne risolto con la costruzione di cisterne di mattoni, le quali consentivano la raccolta dell'acqua piovana e la graduale diffusione.Le cisterne (di costruzione romana) sono in parte ancora visibili.

Per quanto riguarda l'etimologia del termine Capaccio, si deve la sua origine a Caput Aquae, in quanto Capaccio era il capo dell'acquedotto che portava l'acqua a Paestum.

 


Newsletter
Iscriviti a Cilentonelmondo e riceverai via e-mail gli aggiornamenti su news ed eventi del Cilento...

Tua e-mail:


Camping Internazionale Saline - Palinuro
 
 
 



 
 
 
 Paesi > | Palinuro | Camerota | Sapri | Policastro | Pisciotta | Vallo della Lucania | Altri paesi |
 Turismo > | Case vacanza | Hotel | Agriturismo | Villaggi/Camping | Ristoranti/Pizzerie | Discobar |
 Cilentonelmondo > | Chi siamo | Contattaci | Pubblicità | Realizzazione siti web |